spettacolo

 

prossima data


Cena con delitto
sabato 15 Ottobre - ore 19.45
Oratorio Maschile - Olgiate Comasco - PER AISM

Le Quinte Abbondanti

Il logo delle Quinte AbbondantiRidere, divertire e fare del bene.

Con questi importanti presupposti nasce la compagnia teatrale Le Quinte Abbondanti, animata da più di 20 giovani desiderosi di mettersi in gioco con l'obiettivo di portare in scena spettacoli teatrali che possano aiutare chi ha bisogno.

Le Quinte Abbondanti nascono nel 2006 con una “compagine” di giovani ragazzi (con un'età che oscilla dai 18 ai 25 anni) che col passare del tempo è divenuta sempre più….abbondante!!! Il tutto è partito così, senza pretese e con molta umiltà: in fin dei conti, siamo onesti, nessuno di noi aveva mai veramente calcato le scene!

Con il passare dei mesi, prova dopo prova, abbiamo constatato quanta volontà e sacrificio siano necessari per realizzare uno spettacolo ma la gioia di stare insieme, condividendo risate e allegria, ci ha fatto sempre superare fatica e tensioni.
Ed è forse questo il segreto che unisce questo “sgangherato” gruppo di giovani: l’allegria e la gioia di stare insieme. Tutto ciò però non troverebbe il giusto fondamento se rimanesse fine a se stesso: da qui la volontà e la convinzione che l’entusiasmo e il divertimento possano unirsi al desiderio di realizzare qualcosa con gli altri e a favore degli altri. La nostra storia e il nostro operato non riempirà papiri o elenchi infiniti, perché siamo ancora alle prime armi, ma ad oggi vantiamo già qualche esperienza da ricordare ai posteri!

Abbiamo mosso i nostri primi passi con delle parodie, divertendoci e mettendo in scena alcune opere famose (non ce ne vogliano gli illustri autori che sono stati….”dissacrati”): la prima nostra fatica, se così vogliamo definirla, è stata messa in scena al Teatro Nuovo di Rebbio, prima assoluta, il 5 maggio 2007 con l'irriverente titolo I PROMESSI…CHE?, ispirata ai Promessi Sposi di Manzoni. Vi lasciamo immaginare la tensione e la paura per questo esordio sulle scene, accentuata ancor di più dalla presenza di più di 300 persone in platea (non si riuscivano a vedere nemmeno le scale dei corridoi, assediate da moltissime persone). Ma la sfida andava vinta e il successo è stato grandissimo tanto che, pochi mesi dopo, ci è stato chiesto più volte: “Il prossimo spettacolo quando sarà? Cosa farete?”.

E allora sotto con un’altra opera da “sbeffeggiare”: 25 ottobre 2008, GIULIETTA E ROMEO di Shakespeare, sempre al Teatro Nuovo di Rebbio, ovviamente con incassi devoluti ad opere di bene in Terra Santa, come per il primo spettacolo.

Giunti a questo punto, siamo arrivati ad una svolta nel percorso della compagnia, seppur consapevoli che avrebbe comportato maggiore impegno e fatica: abbiamo infatti orientato i nostri sforzi nella realizzazione di commedie brillanti, sapientemente preparate dalla nostra regista Marilena Bianchi.

Anche se un po’ titubanti per questa nuova avventura, abbiamo messo in scena la nostra terza opera (dall’ottobre 2009 a febbraio 2010), SUPPOSTE VERITA’, esilarante commedia ambientata nella Londra degli anni ’70 e proposta con grandissimo successo di pubblico a Rebbio, Fino Mornasco, Camnago Volta e sempre con il filo conduttore del nostro operato, la beneficenza: sono state infatti diverse le associazioni che abbiamo sostenuto e per le quali sono state necessarie numerose repliche. Caspita….stiamo diventando bravi allora!!!! E la conferma ci è stata data proprio all’inizio del 2010 quando, in occasione della festività di S. Giovanni Bosco, ci è stato concesso il privilegio di entrare all’interno della Rassegna Dialettale del Teatro Nuovo di Rebbio (anche se il nostro spettacolo non è in dialetto, lo precisiamo), importante stagione teatrale proposta ogni anno al pubblico comasco. Una bella occasione per dimostrare il nostro valore e trasmettere la nostra carica anche a chi, magari, non ci conosceva ancora.

Il successo e il bellissimo riscontro da parte del pubblico giovane e meno giovane (il teatro unisce tutti!!!) ci ha portato a mettere in scena la nostra quarta rappresentazione, dal titolo CHI FA DA SE’…FA PER TRE!, avvincente commedia ambientata nella vecchia Inghilterra degli anni ’30, all’interno della casa di un ricco signorotto inglese, tra mille equivoci e una eredità…che scotta!!! Sostenuti dall’associazione Play on the Lake, il nostro esordio è avvenuto all’interno della rassegna del Teatro di Lomazzo, importantissimo banco di prova prima dell’appuntamento del 12 dicembre 2010, data che rimarrà a lungo impressa nella mente di tutta la compagnia, vista l’opportunità di esibirsi al Teatro Sociale di Como, il più importante della città, davanti a più di 600 persone accorse per vederci e a cui infinitamente andrà il nostro ringraziamento. Un grandissimo successo di risate e divertimento che ha permesso anche di realizzare, con gli incassi raccolti, una significativa opera di bene per i bambini audiolesi di un importante centro in Terra Santa. Anche questa rappresentazione è stata ospite della rassegna dialettale di Rebbio, per poi essere replicata ancora per altre associazioni che hanno creduto nelle nostre potenzialità e che siamo ben felici di sostenere.

Finita qui? Macchè…altro giro altra corsa…e via di nuovo con copioni da studiare, prove su prove e scene da perfezionare per la messa in scena della nostra ultima fatica, IL MEDICO DEI PAZZI, importante commedia di Scarpetta ispirata a raggiri ed equivoci in un ambiente pieno di ilarità e di pazzia…l’ideale per tutti noi!!! Ed è forse questa insolita alchimia che ci ha portato a replicare lo spettacolo ben 8 volte (un record per la compagnia) per diverse associazioni e in diversi teatro di Como e provincia, fino a sconfinare verso nuovi lidi…come l’importante partecipazione alla rassegna teatrale degli amici di Cesano Maderno.

Il futuro sicuramente ci riserverà nuove sfide e nuove avventure, che però siamo pronti ad affrontare con l’entusiasmo e la simpatica che ci spinge a non mollare, anche grazie al sostegno di tutte le splendide persone che ci seguono (anche rivedendo più di una volta lo stesso spettacolo!!!).

Non ci resta altro che invitarvi a conoscerci più da vicino, venendo a vederci a teatro: siamo le Quinte Abbondanti, non vi deluderemo!

newsletter